Obiettivi di miglioramento o azioni per affrontare opportunità?

novità Iso 9001In un Sistema Qualità ISO 9001:2015 che differenza c’è fra un obiettivo di miglioramento e un’azione per affrontare opportunità? Quella che sembrerebbe una domanda molto tecnica e ai limiti del poco interessante ha conseguenze importanti dal punto di vista operativo in quanto porta con sé risvolti pratici significativi.
Per rispondere a questa domanda occorre ripartire dalla principale novità della ISO 9001, ovvero l’introduzione dell’approccio basato sul rischio (Risk Based Thinking) che si esplica attraverso i requisiti 4.1 e 4.2 (contesto dell’organizzazione e bisogni e aspettative delle parti interessate) e il requisito 6.1 che ci riporta alle Azioni per affrontare rischi e opportunità.

Se quando si parla di Azioni per affrontare rischi è sufficientemente chiaro che si parla sostanzialmente delle “vecchie” Azioni Preventive, cosa si deve intendere per Azioni per affrontare opportunità?

Per dare risposta a questa domanda partiamo da alcuni esempi pratici.

Caso 1. La Direzione arriva in Azienda una bella mattina, riunisce tutto lo staff e illustra il progetto di una nuova linea di produzione automatizzata  che rispetta i parametri di Industria 4.0. Grazie alla nuova linea sarà possibile aumentare i volumi, ridurre i tempi di consegna e abbattere i costi di produzione, con un forte impatto sulla competitività nei mercati esteri.

Caso 2. In occasione della riunione mensile di pianificazione strategica la Direzione Commerciale evidenzia i risultati dei colloqui con i due principali Clienti, a seguito dei quali sono emerse strategie del mercato che richiedono un’attenta valutazione in merito alle nuove tecnologie da introdurre in azienda.

Questi due esempi, se ne potrebbero fare decine di altri, dimostrano la forte correlazione fra il contesto in cui opera l’Organizzazione e le Azioni che l’Organizzazione è chiamata a valutare e attuare.
Quelli che in precedenza avremmo chiamato obiettivi di miglioramento del Sistema di Gestione per la Qualità, oggi sono il frutto di un approccio basato sul rischio, ovvero una valutazione del contesto, dei bisogni, delle opportunità e quindi di Azioni.

Ecco la risposta alla domanda iniziale: le Azioni per affrontare opportunità sono il nuovo modo con cui possiamo chiamare i “vecchi” obiettivi di miglioramento.

Per sostenere questa tesi serve una controprova: come dobbiamo interpretare quindi il requisito 6.2 Obiettivi per la Qualità e pianificazione per il loro raggiungimento? La risposta non fa che confermare la tesi: il requisito in questione tratta degli obiettivi prestazionali dei processi, non degli obiettivi di miglioramento. Obiettivi pertanto correlati agli indicatori e ai processi, gli stessi poi oggetto di analisi e valutazioni.

Questa impostazione permette di chiarire in modo molto semplice gli strumenti messi a disposizione della Nuova ISO 9001 2015, evitando duplicazioni o sovrapposizioni, altrimenti di difficile spiegazione.
Questa tesi è stata sostenuta e convalidata nel corso di numerosi Audit di transizione con disparati Organismi di Certificazione e rappresenta la chiave di volta nell’applicazione di questi strumenti nei Sistemi di Gestione basati sulla struttura dell’HLS.

Per qualsiasi dubbio o necessità su come affrontare il Risk Based Thinking contattateci!

La business Unit Servizi Qsa.net

QSA.netLa Business Unit Servizi QSA.net propone assistenza ai clienti attraverso QSA.net, un software Cloud realizzato per informatizzare i processi di supporto dei Sistemi di Gestione in modo efficace ed economico. È in grado di apportare grandi benefici e un sensibile incremento di produttività, facilitando l’attività di controllo, organizzazione e comunicazione a coloro che lo utilizzano. L’esperienza Consind nello sviluppo dei progetti di informatizzazione dei Sistemi di Gestione si è consolidata a partire dall’inizio degli anni ’90 grazie a centinaia di interventi in aziende di tutti i settori e di tutte le dimensioni.

Consind offre consulenza e formazione mirate all’informatizzazione dei processi aziendali, quali ad esempio:

  • incontri dimostrativi sulle funzionalità del software QSA.net;
  • fornitura del software QSA.net e supporto nella rapida implementazione 
all’interno dell’azienda con modalità “chiavi in mano”;
  • formazione presso il cliente o a distanza;
  • tutoraggio remoto;
  • supporto in outsourcing nella gestione del Sistema e delle scadenze;
  • assistenza nello snellimento del Sistema di Gestione esistente in funzione della sua informatizzazione;
  • assistenza nella transizione all’ISO 9001:2015 con un approccio informatizzato mediante QSA.net;
  • progettazione di un Sistema di Gestione a norme ISO 9001:2015 o di un Sistema di Gestione “integrato” informatizzato.

Richiedi un preventivo gratuito per un intervento in grado di trasformare l’informatizzazione del Sistema di Gestione aziendale in un’esperienza di successo.

Transizione: adeguare il proprio Sistema di Gestione per la Qualità ISO 9001:2015

transizione: adeguare il proprio Sistema di Gestione per la Qualità ISO 9001:2015 Da qualche settimana si stanno moltiplicando gli articoli che ricordano che il periodo di transizione per adeguare il proprio Sistema di Gestione per la Qualità ISO 9001:2015 sta volgendo al termine. Nonostante i tre anni messi a disposizione per cogliere il momento migliore per effettuare la transizione in modo del tutto naturale e indolore, praticamente tutti hanno aspettato l’ultimo momento buono e già molti hanno perso anche quello e saranno costretti ad anticipare i termini del prossimo audit (come se gli enti di certificazione avessero risorse infinite per poterlo fare!).

Il risultato è una situazione di emergenza generale che coinvolge aziende, che saranno costrette a lavorare sotto stress, con il risultato di fare il minimo indispensabile e anche male; consulenti, che per non perdere i clienti faranno salti mortali per offrire il minimo sindacale lasciando a casa qualsiasi iniziativa di miglioramento, ed enti di certificazione che per non perdere mercato chiuderanno occhi, orecchie e naso rimandando qualsiasi criticità alla valutazione successiva.
Per non parlare di tutti coloro che sceglieranno o saranno costretti ad abbandonare la ISO 9001.

Risolto il problema? Secondo me no, è stato solo rimandato. Il mio personale parere è che tutti hanno perso un’ottima occasione per cogliere opportunità di miglioramento.
Proprio tutti, in realtà, no. Come sempre ci sono Aziende “serie”, Consulenti “seri” ed Enti di certificazione “più seri di altri” che hanno studiato e lavorato sodo per anticipare la scadenza che ora fa paura ai più.

Fra questi molti nostri clienti: l’85% dei clienti QSA.net è migrato (gratuitamente) alla versione aggiornata ISO 9001:2015.
La quasi totalità di loro ha colto l’occasione per snellire l’assetto documentale e sfruttare le procedure informatizzate che QSA.net mette a disposizione e ha utilizzato la metodologia ISO 31000 proposta dal nostro software per realizzare una valutazione dei rischi e delle opportunità. I professionisti dei Sistemi di Gestione sono perfettamente consapevoli che lo tsunami deve ancora venire (basta consultare la banca dati Accredia per rendersene conto) e le proposte scarseggiano.

Fra queste la proposta proveniente dalla rete di Partner QSA.net, che prende il nome di “Qualità 4.0” offre spunti particolarmente interessanti e rappresenta una valida soluzione per tutti gli attori coinvolti in questo delicato momento del mercato: le Aziende possono contare su un supporto informatizzato in grado di far risparmiare tempo e aumentare il livello di controllo a fronte di un piccolo canone mensile; i professionisti possono proporre e attuare un progetto di transizione che permette di guardare al futuro ed al post-transizione; gli enti possono contare su un elevato sistema di standardizzazione e di controllo e trovano Clienti più preparati e pronti ad affrontare le vere sfide del miglioramento.

Se ancora non conosci la metodologia Qualità 4.0 puoi scaricare la guida alla transizione qui: https://goo.gl/kDeaZp
Se sei un professionista e vuoi essere della partita contattaci.
Se sei un’Azienda e hai bisogno di un supporto prendi contatto subito con i nostri partner.
Siamo immersi nel cambiamento, non perdere l’occasione di farne parte!

Close
Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscrivendoti alla nostra newsletter riceverai news e informazioni di Consind srl

Grazie per esserti iscritto!

Share This